Paganelli’s instead of St Lawrence Market Toronto Ontario Canada

Sarà che all’Ontario mi legano ricordi di bambino quando inizia a leggere le avventure del Comandante Mark e dei suoi lupi dell’Ontario , ma questa terra l’ho sempre sognato e quando ho avuto la fortuna di visitarla (nel 1995 la prima volta) non mi deluse , anzi aumentò la mia stima verso il paese e il popolo Canadese . Certo non siamo più alla fine dell’ottocento ,  quando si combattevano battaglie epiche per il controllo del territorio tra i nativi e gli europei , gli Inglesi e i Francesi si sono in qualche modo dileguati , anche se hanno marcato il territorio , qui per esempio come nel Quebec si parla il francese , mentre nell’Ovest Canadese la lingua ufficiale è l’Inglese , di Toronto però vorrei raccontarvi una bella esperienza culinaria in un Ristorante del quale farò il nome alla fine , perchè sembra che abbia chiuso definitivamente con mio grande dispiacere , ma si sa le cose belle nella vita spesso accadono per caso . Quindi dopo questa estenuante premessa , vi racconto questo felice incontro , stiamo cercando il St Lawrance Market , ma ci perdiamo via via tra le bellezze della città , così arriviamo che è già chiuso , mentre continuiamo per la nostra strada mi cade l’occhio su due vasi con delle piante di pomodoro ….il ristorante è Italiano e le piante di pomodoro sono un ottimo spot , ci guardiamo in faccia io e mia moglie , è quasi ora di cena , tergiversiamo , facciamo ancora qualche centinaia di passi e decidiamo di tornare indietro …..all’interno del ristorante troviamo altri avventori , non tanti per la verità , ma ci sediamo e ci facciamo consigliare , risotto agli asparagi per mia moglie e ai funghi per il sottoscritto , ma prima delle focaccine calde con un buon jamon Iberico , da bere acqua per mia moglie e un calice di ripasso per me , inutile dirvi che il Paganelli’s ci ha entusiasmato in modo incredibile , anche la mousse al cioccolato era buonissima , in questo ristorante parliamo con la figlia dei proprietari che ci racconta che fanno anche scuola di cucina e che sono impegnatissimi in città e nel paese con numerose iniziative gastronomiche , anni dopo al nostro ritorno a Toronto , di passaggio per la verità cerchiamo il Paganelli’s  al 106 di Front St  , ma il ristorante è chiuso . Quando l’anno scorso un’amica di mia moglie di reca a Toronto per lavoro , io , tutto entusiasta le indico il ristorante laddove avevamo mangiato divinamente , ma lei quando torna ci dice che è chiuso definitivamente ……sono stato per un pò triste lo confesso , ma il ricordo rimarrà nei nostri cuori , così come tante altre cose che capitano per caso in un viaggio……mi raccomando , se vi dovesse capitare di andare a Toronto e trovarlo aperto ditemelo , ve ne sarò grato …..Buona settimana e Buon Viaggio

 

 

DSC_0239DSC_0241

scatto d’annata R come Reef

Questo per me è il mare , sabbia bianca e colori turchesi quasi in solitaria , poca gente , un incredible mix di colori , di profumi , ecco , adesso è il momento di una vacanza al mare , specialmente in luoghi lontani dal caos della quotidianità , in luoghi dove il tempo si è fermato o semplicemente sembra essersi fermato ….Buon Viaggio

Jamaica , she made me a Wolf

Quando sei giovane , troppo giovane , hai solo il desiderio di divertirti e di non pensare a nulla , in realtà io pensavo già molto da qualche anno , forse fin troppo dato la mia età . Quando in quel freddo Gennaio decidemmo di passare le vacanze estive di quell’anno in Jamaica , eravamo talmente entusiasti che non prendemmo in considerazione tantissime cose , in Primis come si vive in quell’isola ? Il livello delle strutture , (abbastanza alto nelle zone di Port Antonio e Negril ) non elevatissimo almeno a Montego Bay (era il 1992) , il livello del turismo Internazionale , insomma la storia della Jamaica in termini di turismo è abbastanza nota , sta di fatto che passammo qualche giorno chiusi nell’Hotel  e decidemmo poi di trasferirci in una struttura in riva al mare nella parte sud dell Isola vicina a Black River . Non eravamo preparati per un viaggio come quello , troppo giovani e sognatori , l’impatto con la nostra superficialità ci ha “condannato” , decidemmo di partire in anticipo , io per San Francisco , dove avrei raggiunto la mia ragazza , che era on the road con due amiche (fu la mia fortuna) , gli States si prestavamo decisamente di più ad un viaggiatore inesperto come il cucciolo di “Wolf” che ero allora .Se devo essere sincero , non ho un gran bel ricordo della Jamaica , che è un isola molto bella , ma non penso ci tornerò , ai caraibi ci sono luoghi altrettanto belli , e molto meno impegnativi , mi rimangono nel cuore , qualche anedoto e il mare , che ai caraibi  non sbaglia mai. La mia vacanza proseguì per altre due settimane on the road negli States , fu in quella vacanza strampalata e mal organizzata che mi innamorai di San Francisco e dello Utah. Il mio primo viaggio Negli States , mi ha riportato alla realtà , mi ha fatto capire che viaggiare è molto bello , ma che può essere anche pericoloso , specialmente se si è impreparati a ciò che ci aspetta …..Buon Viaggio

images (9)
Mare spettacolare

Stati Uniti ago 2008 008

Thoughts of my heart

Ci sono città che ci lasciano un segno indelebile , ci sono luoghi che rimarranno per sempre con noi , ci sono paesi che ci affascinano talmente tanto che vorremmo tornarci , tante volte viaggiando ci piacerebbe vivere nel luogo che stiamo visitando , poi magari per mille ragioni , o per mille pensieri non vediamo l’ora di tornare da dove siamo venuti , magari per programmare immediatamente un altro viaggio , come quando si legge , si è immersi nel libro sino alla fine ci si affeziona ai personaggi , quando stiamo per finire il libro siamo quasi dispiaciuti , ma non per molto sino al prossimo Libro , fino al prossimo viaggio

MWT

IMG_0793
Navajo loop & Me

Si parteeeeee

Buongiorno , stamattina di buon ora abbiamo iniziato il nostro consueto “On the road” sulle strade dell’italico stivale ,ormai da un paio di anni ci avventuriamo in macchina per girare il Sud Italia , quest’anno tappe a Salerno , Palermo e Carini e infine la Basilicata e Matera , ci si vede ogni tanto buona giornata e buon Viaggio 

Nightmare in Travel

Siamo a New York , Ottobre del 2000 , una anno dopo sarebbe cambiato il mondo , ma noi non lo sapevamo . Un viaggio indimenticabile , con due amici , le moglie rimaste a casa , era il nostro viaggio . Tra una scarpianta e l’altra decidiamo di andare a vedere una messa Gospel , ci prenotiamo per la messa della domenica successiva all’Abyssinian Baptist Church sulla 138 th , il mito di Harlem e le sue contraddizioni  , come gli Stati Uniti ovunque .La Domenica prendiamo la metro e scendiamo sulla 135 , ci facciamo qualche “blocco” sulla  lennox Avenue e arriviamo a destinazione , come dei bravi boyscout (mai fatto in vita mia) , ci mettiamo in fila e dopo circa un ora entriamo , prendiamo posto sulla gradinata alla destra del palco , uno spettacolo , vi consiglio vivamente , se andate a New York di partecipare ad una messa Gospel , c’è un atmosfera che nelle chiese cristiane non esiste. Dopo circa un ora di canti e battesimi nella vasca della chiesa , usciamo , mentre ci avviamo alla metropolitana , troviamo una scena , che all’inizio ci sembra un film , ma che un film non è . Una strada bloccata e delimitata dal nastro giallo della polizia di New York , un omicidio , una vecchietta , che sembra la mamma di Willy il principe di Bel Air (se lo avete visto sapete di cosa parlo) , un mia amico che le si avvicina , ed in perfetto Italiano  le chiede cosa è successo , e la signora in perfetto Inglese che racconta ciò che ha visto , o ciò che le è sembrato di vedere . Se non ci fosse stato di mezzo un morto ci sarebbe stato da ridere , ma non si poteva , non si poteva proprio…..e non sarà l’ultimo e nemmeno il più drammatico ahimè

img_2783img_2757

Ognuno dice la sua sul mondo

Vienna per l’ottavo anno consecutivo risulta essere la città dove si vive meglio al mondo , fa un pò sorridere che tra le prime dieci ce ne siano ben otto Europee . Le Italiane si piazzano “bene” come al solito , Milano al quarantunesimo posto , mentre Roma scende al cinquantasettesimo , le uniche due non europee nelle prime dieci posizioni sono Vancouver ( che solo per il fatto di essere la città con l’età media più giovane dovrebbe essere al primo posto) , e Auckland la capitale Neozelandese. Lo strapotere europeo continua anche nella “Top Twenty” dove altre cinque città si aggiungono alle altre 8 , con un Totale di 13 su 20 , da considerare , che tra queste , tolte Amsterdam e Stoccolma , il resto si divide tra le città di Svizzera e Germania . La società Mercer , che ha condotto  questo studio , ha preso in considerazione diversi fattori , tra i quali , livello della vita , rete dei trasporti , il tasso di criminalità , i servizi sanitari ed altro ancora . La mia piccola considerazione , pensando al mio Bel Paese sta nel fatto che il tasso di criminalità anzichè diminuire è in continua crescita , ma la cosa peggiore è la grave mancanza di educazione di base che fà si che tutto il resto risulti deteriorato …..Buon Viaggio

dsc_0120
flowers in Water Street @ Gastown Vancouver

Once Upon a Time in Tienanmen Square

Questa piazza è bella , anzi meravigliosa , non tanto per le sue architetture , ma tanto per quello che ha significato per la Cina e per il mondo , qui alla fine degli anni 80 si radunarono , le menti libere di questo paese , Studenti ;Impiegati , e operai che occuparono la piazza in segno di protesta contro il governo del paese . Simbolo di quella protesta è un uomo di fronte ad una fila di  carri armati inviati dal governo per smorzare la rivolta . Nel mondo occidentale conosciuta come la primavera Cinese avvenne nel 1989 in concomitanza con la caduta dei regimi comunisti in tutto il mondo , purtroppo , la feroce repressione fu violenta e ancora oggi non si conosce l’esatto numero delle vittime , di certo rimane il fatto che piazza Tienamen simboleggia la rivolta pacifica di un popolo contro i suoi governanti . Oggi è uno dei luoghi più visitati dai turisti che si recano a Pechino  ……Buon Viaggio

Piazza Tienanmen
La foto più popolare della rivolta

Accade Solo in viaggio

Siamo in attesa del Bus che ci porterà dall’albergo all’aeroporto , sto fumando quella che una delle mie ultime sigarette , di li a poco smetterò di fumare , sono fuori per strada , mi si avvicina un tizio elegantemente vestito , mi racconta che viene da una famiglia antichissima di asheti Indiani , mi dice che sono un uomo fortunato , ed inizia a scrivere , mi chiede il mio numero fortunato , il mio colore preferito , il nome di mia moglie e quanti anni ho . Chiaramente , mi dice di tenerli a mente , dopo due minuti mi dà un foglietto con su scritto il mio numero fortunato , il mio colore preferito il nome di mia moglie , anzi il diminutivo , come la chiamo io , la mia data di nascita insomma rimango di sasso , mi dice che da lì a qualche mese mi accadranno tre cose molto belle ………….io vedo sempre cose belle anche nelle brutte situazioni , cerco sempre di trovare un sorriso anche se a volte il sorriso non c’è e penso che anche se le cose belle ci sono state come quelle brutte ognuno di noi ha un percorso che lo guiderà nella vita e nessuno può saperlo tanto meno gli altri , Asheti e non…..a proposito di li a poco sono successe delle cose bellissime , ma anche delle bruttissime , quindi l’equilibrio della vita per l’ennesima volta ha vinto ….Buon Viaggio

img_7535