Baja California Mexico

Una delle penisole più belle dell’intero pianeta , quella che si affaccia sul mare di Cortez , un luogo dove è possibile vedere le bellissime balene grige , nella riserva naturale di Guerrero Negro non molto lontano dal confine con gli Stati Uniti o a una settantina di chilometri da San Ignacio , in una baia bellissima che si chiama , Baja de Ballenas , per poi scendere verso sud per riposarsi e fare vita da spiaggia nella bellissima location di Cabo San Lucas , un posto che nel periodo di alta stagione risulta essere un po congestionato , ma la bellezza del mare merita indubbiamente . Per finire sulla punta estrema della penisola , San Jose del Cabo , qui in molti ci vengono per fare pesca d’altura , a me non piace particolarmente questo sport , ma in molti ci perdono il sonno e questa è una delle mete preferite per chi pratica questa attività . Per finire , la Paz il centro più importante con spaigge meravigliose e mare turchese . Tra missioni , chiese cattoliche e paesaggi selvaggi , questa penisola vale una vacanza a tutto tondo……buona giornata e Buon Viaggio

 

Sulle Ande con i popoli che vivono sopra le Nuvole

Un viaggio strepitoso che copre i circa millecinquecento chilometri che separano da Lima in Perù da La Paz in Bolivia , attraverso la carrettera Panamericana o se vi affascina di più l’Inca Trail come viene anche chiamata la strade che collega le due capitali , tra paesaggi desertici e paesini coloratissimi , attraverso la storia degli Inca e delle popolazioni andine che vivono al di sopra delle nuvole . A Lima , non si può perdere assolutamente la Cattedrale del XVI secolo e i resti del  Tempio di Pachacàmac , scendendo si incontrano due meraviglie che varrebbero il viaggio da sole , il mitico sito archeologico di Machu Picchu , la città per eccellenza degli Inca , patrimonio dell’Unesco e uno dei siti più visitati del pianeta , una sorta di luogo mistico spirituale e poi la splendida città di Cuzco , che ha la particolarità di trovarsi a 3550 metri sopra il livello del mare e che oltre agli splendidi resti della civiltà Inca , ha meravigliosi edifici di epoca coloniale come la sua cattedrale del XVII secolo . Poco distante da Cuzco si trova un pezzo di paradiso , il Parque National Manù , che dalle Ande scende sino alla foresta amazzonica , inutile dire che questo è un luogo dove spendere almeno due o tre giorni , per l’enorme patrimonio naturale , il fratello Andino del Pantanal per intenderci . Un altro mito che ci arriva da questa splendida terra è il lago Titicaca , un vero e proprio sparti acque tra i due paesi , il lago abitato dagli Uros , che vivono su isole di canne nel bel mezzo del lago , qui ci troviamo a quasi quattromila metri di altezza , quindi attenzione , troppo ossigeno può far male , così come quasi tutto il percorso che da Lima arriva sino a La Paz , la capitale più alta del mondo qui siamo a quattromila metri o poco più , i molti siti archeologici delle civiltà Inca e precolombiane , gli splendidi parchi naturalistici sono solo alcune delle eccezionali meraviglie di quest’area , se ci fosse più tempo di potrebbe proseguire verso sud e farsi tutto il Cile sino alla tierra del fuego , ma questo è un’altra viaggio….buona serata e Buon Viaggio

 

 

Isola di Pasqua o Rapa Nui

AL cinema , il buon Kevin Costner per raccontare la storia di quest’isola , andò incontro ad uno dei suoi flop più grandi .Quest’ isola in mezzo all’oceano Pacifico , tra la costa del Cile dalla quale dista più di tremilacinquecento chilometri e Tahiti , la capitale della Polinesia Francese , dalla quale dista oltre quattromilacinquecento chilometri . L’isola di Rapa Nui , meglio nota come l’isola di Pasqua , fa parte dello stato del Cile , ma devono quasi tutta la loro storia , ai clan Polinesiani che si trasferirono su questa Isola intorno al XI , le tracce della cultura Polinesiana sono le più evidenti , dato che i Moai , alti dieci metri sono visibili dal mare . Qui al largo delle coste di quest’isola è possibile avvistare branchi di Capidogli , che pare traggano beneficio dalle innumerevoli sorgenti sottomarine . In questa Isola vivono all’incirca duemila anime , che vivono di agricoltura e pesca , ma molte sono le spedizioni anche europee , per venire a studiare i Moai , i grandi signori dell’isola …..buona giornata e Buon Viaggio

download

images (1)

 

L’eden nel Pantanal Sudamerica Meraviglioso

Il nostro bistrattato pianeta , ha degli angoli che sono di una bellezza inaudita , che hanno un fascino che nemmeno la donna più bella del mondo potrebbe mai avere , ha dei luoghi che una volta visti ti entrano nel cuore , una volta assaporati non vorresti assaggiare niente altro , una volta goduti non vorresti più smettere . Il Pantanal è certamente uno di questi luoghi , una delle pianure più belle di tutto il pianeta , si estende per 150000 chilometri quadrati e abbraccia gli stati del Brasile , del Paraguay e della Bolivia . La ricca presenza di fauna e flora ne fanno un santuario per i naturalisti , oltre che un sito patrimonio mondiale , sotto la tutela dell’Unesco ,per chi ama il viaggio di scoperta e per chi ama vedere gli animali dal vivo , nel loro ambiente naturale . tra le cose più belle di questa regione c’è il Giaguaro , il grosso felino sudamericano è oggetto di avvistamenti sempre più frequenti , qui lungo i fiumi  è possibile ammirare questo possente animale , il Pantanal è una riserva protetta , quindi gli animali non hanno paura dell’uomo e difficilmente scappano , Il periodo migliore  per visitare questo paradiso è durante la stagione secca da Luglio a Settembre , qui si può fare anche self drive , ma il consiglio è di affidarvi a qualche agenzia in loco . Ricordate che questo è un santuario della natura quindi la precedenza ce l’hanno i residenti , Capibara , Pappagalli di ogni genere e colore , giaguari , caimani , cervi , anaconda e tantissimi altri , noi in quanto ospiti possiamo ammirare , senza toccare e soprattutto tenendo ben presente le regole di comportamento con gli animali selvatici …..questo è uno dei viaggi che metto nella mia Bucket List e voi cosa ne pensate…..Buona giornata e Buon Viaggio

Isole Marietas L’altro Messico

Un gruppo di isole disabitate dagli uomini , ma abitate nei fondali circostante da una miriade di pesci multicolori , polpi e delfini , qui si possono vedere anche esemplari di Balena gobba , oggi questo parco marino è protetto e diventato “Parquw Nacional” , lo si deve in parte alle pressioni internazionali sul governo Messicano(Jacques Costeau tra i primi) , che a seguito delle stesse , rese questa , un area protetta . Ci si arriva con circa un’ora di navigazione da Puerto Vallarta , una volta un villaggio di pescatori , oggi una località balneare rinomata con spiagge ornate da palme e viali di acciotolato pieno di negozi , qui si trovano le agenzie che vi permetteranno le escursioni alle Marietas , uno dei paradisi subacquei del centro America e uno dei più belli del Messico , forse più bello del Santa Barbara Reef a Cozumel (per estensione la seconda barriera corallina al mondo) . Un bel giro se arrivate da Guadalajara o da Leon o magari da Acapulco più a Sud , insomma qui non vi annoierete , specialmente se amate lo snorkeling e i fondali rigogliosi…….Buon Viaggio

download (3)

images (3)

Parco del Tortuguero Costarica

Il Costarica in se rimane  una delle mete più belle del centro America , per la sua storia e soprattutto per il verde incredibile della sue foreste , ma qui in questo luogo rende meglio l’idea , il parco nazionale del Tortuguero , un luogo incantato dove regnano da sempre le Tartarughe Marine , che qui (come in tanti altri luoghi del mondo) hanno scelto di venire a deporre le uova , qui i mezzo ai Bradipi ai tapiri e altri animali , tra i quali i grandi felini (difficili però da vedere) , le tartarughe sono le padrone assolute di questo splendido angolo di mondo sulla costa Settentrionale del paese , le sue spiagge bagnate dal mar dei caraibi completano  il viaggio . In questo parco si arriva soltanto in canoa , o in aereo (ma non vale la pena) , le vie fluviali in mezzo alla foresta sono ricche di incontri che vi lasceranno a bocca aperta e non durano che due/tre ore ,  il ritorno da Moin è decisamente spettacolare , tra coccodrilli , bradipi e molti altri incontri affascinanti , insomma un angolo di paradiso da preservare assolutamente…..Buon Viaggio

 

 

Nella Valle Centrale sorseggiando buon Vino Chile

In Sud America tra le Asperità Andine e i Ghiacciai di Torre del Paine  non tutti lo sanno , ma il Cile è il  paese dei rossi di passione come il Cabernet , il Merlot lo Syrah e il Malbec (vino di origini francesi) , questo paese è il quinto produttore al mondo di vino e da molti anni regala bottiglie di grande qualità , ci sono bellissimi vitigni da nord a Sud , nel Paese che va dal Pacifico a Nord  sino all’Antartide a sud . Qui tra la Malleco Valley e la Bio Bio valley , sono quasi tutti vitigni di vini bianchi , tra paesaggi mozzafiato e  deserti aridi , mentre a Nord del paese ci sono le eccellenze di rosso , sempre a Nord (la parte più produttiva del paese) si produce il Pisco , il liquore tipico del paese . il Cile offre meravigliose opportunità per un viaggio On the Road , magari abbinato a qualche altro paese confinante come l’Argentina (altro grande produttore di vino di qualità) ….insomma tra meraviglie naturali ed enogastronomiche questo è un viaggio da sogno …..buona serata e Buon Viaggio –