Niagara Falls

La mia prima volta in questo luogo in una bellissima e soleggiata giornata di settembre dell’ormai lontanissimo 1995 , nel secondo dei miei on the road negli States , il primo completamente nella East coast , la seconda volta in una grigia giornata di agosto del 2011 , nel mio ennesimo on the road Nord Americano .

Le Cascate del Niagara sono una meraviglia della natura , non sono di certo le cascate più grandi del mondo , ma sono molto ampie ad hanno il maggior flusso di acqua del pianeta .Sono uno dei luoghi più belli dell’intero  continente Americano . Arrivando da Baffalo nello stato di NY riuscirete a vedere a miglia di distanza l’acqua vaporizzata in cielo dalla potenza delle cascate , il consiglio è di passare il confine con il Canada , e magari dormire a Niagara Falls , semplicemente perchè godrete di una vista spettacolare sia sulle American Falls che sull’Horseshoe falls , Niagara è una cittadina che è mutata negli anni , adesso sembra un grande parco divertimenti , con centinaia di Hotels , ristoranti e un chiassoso Luna Park. Potrete organizzare in loco, se non lo avete fatto preventivamente tour di ogni tipo , in elicottero e in aereo per sorvolare con un bel volo panoramico tutta l’area , potrete fare a piedi il “Journey Behind the falls” che vi porterà a piedi proprio di fianco alle American Falls , oppure salire a bordo della leggendaria Maid of the Mist che parte ogni 15 minuti e che vi porterà proprio sotto le cascate o sempliceemnte ammirarle dal terrazzamento posto di fronte alle due cascate , qualsiasi cosa scegliate non rimarrete delusi .

Horseshoe Falls
American Falls
American Falls in the night
Behind American Falls

Little Touch of Cairns

Cairns una città Australiana nel Queensland settentrionale sul mare dei Coralli , a Nord di Townsville e a sud di Port Douglas e della floresta pluviale di Cape Tribulation . Da questa cittadina di mare , partono molte delle escursioni sulle isole della barriera corallina , a largo di Cairns infatti si trovano  alcune delle più belle isole dell’Australia , la sua posizione sopra il Tropico del capricorno la rende una meta piacevole  per tutto l’anno , qui fà caldo e le temperature difficilmente vanno sotto i venti gradi centigradi , Cairns può benissimo essere utilizzata come base per qualche giorno alla scoperta della foresta pluviale e della barriera corallina la più grande barriera corallina del mondo con oltre duemila chilometri . Non perdetevi il Kuranda Senic Railway , un treno che vi porta tra crepacci e foreste verso le vecchie miniere da Cairns a Kuranda , personalmente l’ho fatto nel 1993 e ne conservo un bel ricordo, ma ho anco un brutto ricordo , nel 2002 , da qui avrei potuto coronare il mio sogno , “Le Yasawa” alle Fiji , volo e 5 in all inclusive a un prezzo quasi stracciato , per il luogo e il periodo (1050 dollari Australiani  , poco più che 550 euro) , ma il mio sogno fù bocciato , la maggioranza scelse Fitzroy , un isola sulla barriera corallina Australiana …….un giorno vi racconterò…

Vie di Cairns
Il Kuranda Railway

Canyon on the water 

Nasce tutto da una diga , sul fiume Colorado, la Glen Canyon dam , quella che ha generato il lake Powell , sicuramente uno dei laghi artificiali più famosi del mondo e dei più suggestivi  Certo questo è lo stato de Grand Canyon , ma qui a Page nel nord dell’Arizona questa è una perla che non si può mancare . Dal Lake Powell Marina &a Resort partono tutti i tour e le escursioni possibili sul lago , non perdete  quella per raggiungere il Raimbow bridge l’arco di roccia più grande de Nord America , inutile dire che qui Albe e tramonti sono da cartolina …..Buon Viaggio

North America National Parks Part 4

  • Grand Canyon National Park Arizona

Quello che il Colorado River  è riuscito a fare nel corso di qualche milione di anni è sotto gli occhi  di tutti , uno dei luoghi più visitati al mondo . Il Grand Canyon , una frattura nella terra grande quasi quanto uno stato , il più grande e famoso Canyon del mondo , che conta oltre cinque milioni di visitatori ogni anno è percorribile sia dal South Rim aperto tutto l’anno che dal North Rim aperto da Maggio ad Ottobre , le due entrate del parco non sono collegate direttamente , pertanto per entrare ed uscire dal parco ci vogliono circa cinque ore , ma vale la pena prenotando per tempo , passare la notte all’interno del parco ,.Qui  si possono fare escursioni di ogni tipo , dal rafting sul fiume Colorado , alla discesa a dorso di mulo sui tornanti sabbiosi del canyon ( in alcuni punti da brivido), oppure fare un giro in treno sulla Grand Canyon Railway , dormire all’interno del parco vi darà la possibilità di catturare i colori del Canyon all’alba ed al Tramonto , dove le rocce si trasformano con il variare della Luce .Potrete scegliere di girarlo in tondo e godere dall’alto dei punti panoramici , tra i quali la bellissima Desert View WatchTower , una torre d’osservazione costruita nel 1932 che è sede della Grand Canyon Association , insomma tutta questa zona che fà parte del Colorado Plateau è un inestimabile concentrato di meraviglie naturali . Da qualche anno c’è anche , dopo una lunga battaglia con i Nativi la Grand Canyon Skywalk , una terrazzamento con il pavimento trasparente sospesa ad un altezza che varia da 190 a 240 mt , inaugurata nel 2007 è oggi uno dei luoghi più frequentati di Meadview. Nel South Rim si trova il Visitor center che offre la possibilità di informarsi ed eventualmente prenotare tutte le attività all’interno del Grand Canyon , ovviamente un grandissimo Gift Shop e area ristorazione , Tra le escursioni più belle ma non a buon mercato ci sono quelle in aereo , con piccoli piper si può sorvolare il Grand Canyon con viste mozzafiato , generalmente si vedono anche altri parchi all’inteno dello stesso pacchetto , potreste vivere un esperienza unica e meravigliosa .Se non dormite all’interno del parco potreste alloggiare a Flagstaff o Williams tra i paesi più vicini circa ad un ora dal Grand Canyon e sul versante opposto al Cameron Trading Post ( mi ci sono trovato veramente bene ) , un eccezionale luogo con possibilità di cenare ed acquistare artigianato Indiano di buona fattura , le camere dell’hotel sono Indian Style . Insomma il Grand Canyon comunque vi catturerà , la prima volta che misi piedi qui , nel lontanissimo 1992 (mi sembra ieri) , dissi a chi era con me :” pensa che meraviglia uno ci viene una volta nella vita …….” , in realtà sono stato qui altre quattro volte , ma nonostante non sia il mio parco prefertito , ci vengo volentieri se “capito ” da queste parti del mondo .

DSCF1202Stati Uniti ago 2008 197DSCF1200

North America National Parks Part 3

ci eravamo lasciati nelle freschissime ed alte montagne Rocciose , tra i parchi splendide dell’ ovest del Canada , riscendiamo verso su e ci fermiamo a Moab , una piccola cittadina del Nord Ovest dello Utah , qui a pochissimi chilometri di distanza due splendidi parchi Nazionali ci culleranno con le loro meraviglie , Arches che è a circa 5 minuti dal centro di Moab , e Canyonlands a una ventina di minuti da Arches .

  • Arches National Park

Fondato nel’aprile del 1924 , questa splendida area rocciosa , offre centinaia di archi naturali che culminano con il sentiero che porta al Delicated Arch , il simbolo del parco nonchè dello stato dello Utah. Entrando da Moab il primo spettacolo che incontriamo , all’interno del “Courthouse Towers” ,è il sito di Park Avenue , delle formazioni rocciose che ricordano i grattacieli di Park Avenue a New York , proseguendo sulla strada principale del parco si arriva alla alle Petrified Dunes , delle dune di roccia , da una parte e il Great Wall dall’altra , un muro di arenaria rossa imponente , con i suoi pinnacoli dello stesso materiale che lo circondano . Poco dopo Panorama Point si svolta “obbligatoriamente” a destra , si parcheggia dopo qualche chilometro e si percorre il sentiero che ci porta al Delicated Arch , se non siete ben allenati potete comunque avvistarlo dal Viewpoint , ma se volete delle foto indimenticabili , allora la fatica sarà ripagata , da giù , se non avete una macchina fotografica “potente” perderete l’effetto del grande arco simbola appunto dello stato . tornando indietro dirigetevi a nord , verso il Devil’s Garden Trailhead , un sentiero che vi accompagnerà verso il più grande arco naturale del mondo , il Devil’s Arch , lungo oltre 90 metri , il sentiero è ben segnalato e per nulla difficile , Da Moab potrete prenotare qualsiasi tipo di attività o tour con accompagnatore per il parco .

  • Canyonlands National Park

Potreste fare i due parchi nella stessa giornata , ma diventerebbe una sfacchinata , e con le temperature elevate nel periodo estivo , ve lo sconsiglio , Canyonlands a mio parere è uno dei parchi piò sottovalutati dell’intero panorama Americano , se ne avete la possibilità , visitatelo in mongolfiera , magari altramonto , cosi , nella zona di “Island in The Sky” , potreste vedere il “Dead Horse point” e il ” Mesa Arch” incendiarsi di mille colori .Qui il lavoro non di uno , ma di ben due fiumi è divenuto nei millenni un capolavoro di erosione ,l’azione combinata del”Green River” e del “Colorado River” , ha creato creste e roccioni spettacolari , tutto rigorosamente in Arenaria rossa , che all’impatto con il sole nascente o al tramonto diventano di mille colori , Il Mesa Arch è un ponte di roccia sospeso nel vuoro , da dove si gode di una vista spettacolare sulla valle sottostante , uno dei punti più fotografati del parco e sinceramente uno dei posti più belli di tutto l’ovest Americano , il Dead Horse Point è un capolavoro del Colorado , conosciuto ai più per la scena finale di Thelma & Louise , film capolavoro dei primi anni 90 , questo splendido parnnorama (simile all Horseshoe Band ) , vi regalerà uno spettacolo mozzafiato , io lho visitato alle sette del mattino e vi posso assicurare che la vista , in solitudine vale più di qualsiasi altra cosa …..questo parco , essendo sottovalutato , non soffre delle resse che trovate in altri parchi , e vi potreste trovare da soli anche nei punti più belli , da Moab si organizzano escursioni , oltrechè in Mongolfiera , anche in 4×4 , consigliatissimo ..Buon Viaggio

casio 2 183
Double Arches  Arches National Park
Stati Uniti ago 2008 340
Delicated Arch Arches National Parck
DSC_0162
Dead Horse Point @canyonlands
DSC_0230
Mesa Arch @Canyonlands

 

North America National Parks Part 2

Ci eravamo lasciati dopo aver fatto un bel giretto a Yellowstone e nella “Valle della Morte”.Oggi  lungo le montagne rocciose , il fronte canadese offre , a mio modesto (sempre meno) parere, alcuni dei parchi più belli al mondo , soprattutto il versante occidentale del Canada . In Alberta concentra almeno due dei parchi più spettacolari che possiate mai visitare , senza dimenticare che se volete vedere gli orsi , qui ce ne sono talmente tanti che non mancherete l’appuntamento .

  • Jasper & Banff National Parks

Jasper e Banff oltre ad essere due piacevolissime località sciistiche , sono anche le citta che ospitano i due parchi canadesi più famosi e spettacolari  del Canada . Ne parlo come un unico parco semplicemente perchè tra Jasper e Banff ci sono circa 270 chilometri , lungo una delle strade più belle e selvagge del pianeta , la Icefield Parkway , (tra le mie strade preferite) :qui troverete orsi neri, Lupi , Wapati , Alci e il re delle montagne rocciose, sua maesta il Grizzly . Tra laghi con acque di un turchese da fare invidia ai mari del sud per il loro colore appunto , ghiacciai accessibili anche a piedi , sentieri strepitosi in mezzo alla natura , cascate e fiumi impetuosi , questo angolo di mondo è consideraato il paradiso dei fotografi e degli amanti della natura . Da segnalare nel Jasper National Park , il Maligne Lake , un bel lago tra tornanti e rocce , l’Athabaska Glacier , un ghiacciaio raggiungibile a piedi nella zona del Columbia Icefield  in un bellissimo paesaggio lunare  e le Athabaska falls , selvaggio e impetuoso salto tra le rocce di un Canyon , il Maligne Canyon . Scendendo verso sud , prima di arrivare alla cittadina di Banff ( che ospita il parco omonimo) , ci fermiamo presso due spettacolari laghi di montagna , il Peyto Lake e Lake Louise : nel primo ci si arriva dall’alto e nelle giornate di sole ……ricordate le acque turchesi , ecco ! Al Lake Louise ci si arriva dalla Icefield Parkway :questo lago con il suo Hotel ,è incastonato in mezzo alle montagne rocciose , un vero spettacolo .Tra le altre cose al Lake Louise ci sono gare internazionali di sci alpino ed è stata sede delle gare olimpiche , durante le Olimpiadi invernali  che si sono svolte a Calgary nel  1988 .A Banff vi segnalo la Bow River Valley e il Fairmont Hotel , un castello in mezzo ai boschi della catena Fairmont . Anche Banff è una bellissima  cittadina ed una rinomata località sciistica: con qualche deviazione , potreste anche visitare i vicinissimi parchi di Yoho , con il suo spettacolare Emerald Lake  ed il Glacier National Park , duemila ghiacciai che, insieme al confinante parco statunitense, forma il primo parco internazionale al mondo.

download-2
Peyto lake
DSC_0259 - Copia
Athabaska Falls
DSC_0274 - Copia
Athabaska Glacier
DSC_0278 - Copia
Il Paesaggio Spettacolare delle Rockie Mountains
DSC_0288 - Copia
Mamma Grizzly e i suoi piccoli
DSC_0304
Lake Louise

North America National Parks Part 1

Il continente Nord Americano è puntellato in ogni dove di Aree protette , dall’Alaska alle Hawaii : quasi ogni stato americano e canadese ha il suo bel Parco Nazionale . Ce ne sono alcuni che non hanno grande fama (talvolta giustamente) , ma altri che sono famosi in ogni angolo del Globo. Facciamo insieme una carrellata dei dieci parchi più interessanti tra States e Canada (secondo il mio modesto (poco) parere)

  • Yellowstone Wyoming/Montana

Forse il più famoso , sicuramente il più anziano dei Parchi Nazionali Americani e del mondo( 1872 data della sua costituzione). Quest’ area ,che si trova nel Wyoming ,arriva a toccare il Montana (West Yellowstone ) ed in piccolissima parte anche L’Idaho , è una miniera naturale di flora e fauna incredibile.Yellowstone è un’area geotermica che offre spettacoli  meravigliosi: la Grand Prismatic Spring , una pozza d’acqua che sgorga dal sottosuolo oltre 2000 litri al minuto con una temperatura di oltre 70 gradi ;l’esplosione quasi ogni ora del “Old Faithful” ,un Geyser . Nella stessa area si può camminare in un sentiero che costeggia centinaia di Geyser :si possono visitare anche in giornata percorrendo i 240 km circa delle sue strade interne che vi porteranno alla scoperta delle tante attrazioni . Qui gli incontri con gli animali sono frequenti , specialmente Cervi Wapati e Bisonti , questi ultimi facili da avvistare nel tardo pomeriggio , quando vanno nelle pozze ad abbeverarsi .Un pò più difficile avvistare Grizzly , Lupi e il Puma che sono generalmente più timidi .Molto belli sono i due sentieri che portano alle Upper Falls e alle LowerFalls del Grand Canyon di Yellowstone. A Nord del parco invece c’è Mammoth Hot Spring , colate di zolfo e altri minerali , che nei secoli hanno fatto di queste rocce un monumento di roccia calcarea di vari colori :le fuoriuscite di acqua bollente cambiano colore in base al minerale che trovano sul loro corso :nella tarda primavera lo spettacolo di gruppi di cervi che sostano in queste terrazze naturali è splendido.Se avete bambini e volete vederli felici , entrate nel parco all’alba : in quasi tutti i corsi d’acqua è possibile vedere animali , così come nel tardo pomeriggio . Una giornata a Yellowstone potrebbe non bastare , ma per dormire nei periodi di alta stagione dovrete prenotare con qualche mese d’anticipo.

161
Yellowstone River

178

  • Death Valley California /Nevada

Il punto più caldo e più profondo dell’intero continente americano , un Deserto quello tra il Mojave e Las Vegas , vicino all’Area 51 , la Valle della Morte come appunto è chiamato questo parco Californiano che si spinge sino al Nevada . Il punto più basso , si trova a Badwater Basin  circa 85 metri sotto il livello del mare :qui le temperature nel periodo estivo possono raggiungere i 60 gradi centigradi (premunitevi di una cappellino , occhiali da sole e tanta acqua , la disidratazione fà brutti scherzi).Da vedere c’è di sicuro Zabrinsky Point (reso famoso da un film di Michelangelo Antonioni del 1969):si tratta di formazioni rocciose color ocra , che all’alba e al tramonto si infiammano di tutti colori possibili , dal rosso acceso al viola passando appunto per l’ocra .Altro punto di interesse vicino al Badwater Basin , è il Devil’s Course ,una distesa di sale , in una depressione , con alcune buche , che le danno il nome .Splendide anche le belle dune di sabbia di Mesquito Flat , visibili da lontano (vi consiglio di farvi una camminata al loro interno). State molto attenti alle segnalazioni dei rangers del parco .

254
Le Belle ddune di Mesquito Flat
262
Le lunghissime Strade della Valle della morte , come si vede traffico Intenso !!

Little Touch of Italy in New York

Quando nella prima volta mi recai a New York nel 1992 , Lower Manhattan , attorno a Mulberry Street , Broome e Canal Street tra Soho e il Village era l’inizio della Little Italy più famosa del mondo , qui hanno vissuto per decenni gli Italiani D’America soprattutto di origine meridionale , scappati dalla fame e dalle guerre nei primi del novecento in Europa . Little Italy è stata lo sfondo di numerose pellicole ambientate a New York .Dalla metà del 900 gli Italiani Hanno iniziato a spostarsi in altri quartieri come Greenwhich e Brooklyn , e soprattutto Staten Island ,lasciando in qualche modo che la Chinatown di New York poco più sotto iniziasse ad assorbire parte della zona , oggi rimane.  qualche ristorante e qualche bottega di Italiani di seconda e terza generazione , anche la zona a Nord di Mulberry Street stà perdendo il suo aspetto Italians , ma rimangono molti locali , e nel frattempo per preservare la zona , Little Italy è diventata “Historic Site”………Buon Viaggio e Buona Giornata

Lake Powell Arizona

Per estensione il secondo Lago artificiale più grande di tutti gli Stati Uniti , tra monoliti rossi degli stati di Arizona a Sud e Utah a Nord , un grande lago formato dalla Glen Canyon Dam , alla fine degli anno sessanta del novecento. Migliaia di chilometri di coste libere e oltre novanta Canyon rendono questo luogo un posto memorabile per vacanze ed escursioni , affittare una Houseboat o girare a bordo di un Kayak o semplicemente fare un escursione dal Lake Powell Resort & Marina o da Page dove potrete prenotare anche un posto su una barca da crociera , se siete fortunati potreste visitare il Raimbow Bridge , un luogo considerato Sacro dagli Indiani Navajo , un ponte in arenaria rossa alto circa 90 metri e largo più di ottanta , qui tutto l’anno è possibile pescare e godersi giornate piacevoli di sole , noleggiate una piccola imbarcazione e fatevi un giro tra i canyon e godetevi il contrasto tra le pareti rocciose e le acque turchesi , se siete audaci allora potreste noleggiare una “House Boat” e dormire cullati dalle acque del lago ……Buon Viaggio

CSC_0388CSC_0454CSC_0513

Mount Rushmore and the Presidents

Questo luogo , è fuori dai cosiddetti itinerari turistici , risulta essere fuori mano , bisogna fare un bel pezzo di strada in più se volete vederlo , Io l’ho fatto per voi .

 

Arrivando da Sud , ed entrando in South Dakota , noterete dal Cartello di benvenuto che questo è lo stato dei quattro presidenti un luogo al mondo tra i più conosciuti .La capitale di questo stato a Nord del Colorado è Radip City , una piccola città in queste pianure spazzate dal vento , ma proprio in queste pianure si ergono le Black Hills colline di fornmazione granitica , dove nel 1927 lo Scultore G.Borglum coadiuvato dall’Italiano L.Del Bianco cominciò , grazie ad una sovvenzione di un privato Charles Rushmore che con 5000 dollari sponsorizzò questa Scultura , vennero impiegati centinaia di lavoratori e l’opera fu portata a termine dal figlio di Borglum dopo la morte del padre. La scultura alta 20 Metri raffigura i quattro presidenti Americani George Washington , Thomas Jefferson , Theodore Roosvelt e Abraham Lincoln , non molto distante da cui è stato scolpito il Crazy Horse National Monument , un’altra grande scultura dedicata al capo Indiano Cavallo pazzo . Insieme alle bellezze naturalistiche delle Black Hills questo sito è uno dei più visitati degli Stati Uniti D’America , entrandovi troverete tutte le bandiere dei 52 Stati con una colonna con la storia e l’anno di annessione alla nazione di ciascuno Stato , Gli Americani considerano questo luogo , un luogo di culto , molto importante e se devo essere sincero anche affascinante. Il costo del biglietto del parcheggio è relativamente basso (i parcheggi negli States , talvolta possono diventare un mutuo) e ne vale la pena ……Buon Viaggio

Four Presidents
Washington & Jefferson