In giro per i Fiordi Norvegesi

Una delle mete più apprezzate del pianeta , la Norvegia è i suoi fiordi . Spazi immensi che ricordano molto gli States , strade ancora in costruzione , molto spesso nella parte nord del paese si incontrano grandi cantieri , stanno modificando la struttura delle strade in modo da velocizzare gli spostamenti , oggi il modo più veloce per girare i fiordi è certamente il traghetto , che taglia da una parte all’altra il fiordo , mentre in macchina si è spesso obbligati a percorrere tutto il perimetro . Questo però a parer mio è il bello di un viaggio on the road in Norvegia , la possibilità , seguendo le strade secondarie di vedere per intero i fiordi e soprattutto i paesi che sono il cuore della nazione . Le cittadine affacciate sul mare e sui fiordi soprattutto sono uno spettacolo , specialmente quelle più piccole , vere e proprie comunità , qui nonostante il petrolio abbia arricchito il parse , si vive ancora di pesca e agricoltura , la tranquillità di questi posti è semplicemente incredibile , pochissimo rumore e poco traffico , in mezzo al nulla spuntano casette dai colori accesi che spiccano tra i prati verdissimi …..Buona giornata e Buon Viaggio

Signals From The Planet “ Nord Norge” Norvegia

La Norvegia è un grande paese , appena più grande dell’Italia , ma con una densità di popolazione di 15/16 abitanti per chilometro quadrato ( in Italia oltre 190) , questo è il cartello che indica l’ingresso nella parte nord del paese , dove la densità di popolazione scende ulteriormente , ci avviciniamo alla linea del circolo polare artico , in inverno l’assenza di luce e il freddo polare , mettono a dura prova gli abitanti di queste aree , ma nonostante tutto , anche qui ci sono piccole cittadine all’avanguardia e super organizzate come Tromsø . Buona giornata e Buon Viaggio

IMG_2291

Cambio della Guardia

Non so quanto sia a favore dei turisti , credo che però , ci mettano impegno e il cambio della guardia ha sempre il suo perché , anche se oggi può far sorridere .Le monarchie in tutto il vecchio continente sono tutt’altro che estinte e appaiono più vive che mai , specialmente nel nord Europa , di certo i sudditi di Re Gustavo non se la passano per niente male …Buona serata e Buon Viaggio

Riflessi a Nordkapp

Potrebbe essere la sommità di un vulcano e le sue fumarole , potrebbe essere un’onda che si infrange sulle rocce , invece è semplicemente il paesaggio lunare di Capo Nord , dove la luce ha un effetto strano sulle foto e sulle cose , quattro del mattino , l’estate nell’artico è anche e soprattuto questa , buona giornata e Buon Viaggio

IMG_2506

Scandinavian Tour Part 3

Scendendo dalla Finlandia verso la Svezia , cambia un pochino il panorama , foltissime zone boschive di Pini , fiumi e laghi in abbondanza , anche qui molti cartelli di attraversamento Alci , ma solo cartelli e soprattutto un sostanzioso aumento dei limiti di velocità , dai 70/90 della Norvegia ai 100/110 delle strade svedesi . La Svezia è stato il mio primo grande amore , il mio primo viaggio nel lontano 1987 , un viaggio con la squadra di calcio nella quale militavo per un evento che ancora oggi coinvolge ragazzi e ragazze di tutto il mondo : La Gothia Cup . Abbiamo visitato le città di Umea , Uppsala e Stoccolma ; Umea è stata una bella scoperta , una bellissima cittadina universitaria , con un piccolo e funzionale centro , sorge sulle sponde del fiume Ume , ci sono moltissime aree verdi e tanti giochi per i più piccini , questa è una costanza in quasi tutta la Scandinavia , qui c’è un insolito Museo , il Guitars -The Museum , un bellissimo Museo dove trovano posto chitarre elettriche e non , a Nord della città c’è uno splendido parco immerso nel cuore di una grande foresta . La seconda tappa svedese è stata la città di Uppsala , che ha una splendida cattedrale gotica con due torri alte centoventi metri , una bella università ed un centro molto bello e pulito , anche qui le aree verdi abbondano e ci sono molti palazzi storici e chiaramente non manca nemmeno l’università , la più antica di tutta la Scandinavia . Uppsala può anche essere una base per chi vuole visitare Stoccolma , visto che dista dalla capitale svedese solo una cinquantina di chilometri . Terza ed ultima tappa del nostro splendido on the road , Stoccolma , la capitale . Ero stato qui , nel lontano 2008 , per un incontro di lavoro durato mezz’ora , noi eravamo arrivati il giorno prima , quindi abbiamo potuto farci un piccolo giretto tra le vie del centro , ma devo dire che vedendola con più calma ci è piaciuta molto . Il nostro albergo distava a piedi , circa quattro chilometri dal palazzo reale e dalla città vecchia , questo non ci ha impedito di girarla tranquillamente a piedi , pur avendo sotto l’Hotel la fermata della metropolitana , la temperatura gradevole e il sole praticamente a tutte le ore hanno facilitato questa nostra scelta , siamo addirittura riusciti a fare una scappata nell’outlet che c’è appena fuori dalla città (niente di che). Stoccolma ha una bella aria frizzante , camminando per la lunghissima Gotgatan , la strada che arriva dritta a Gamla , la città vecchia di Stoccolma , abbiamo incontrato di tutto , una città cosmopolita e non è un caso se la Svezia ha quasi raddoppiato la sua popolazione , anche grazie agli oltre due milioni di immigrati , qui tra canali , isole e isolette , questo arcipelago regala moltissime possibilità , qui c’è l’accademia dove si assegnano i Nobel , il palazzo Reale dove ha sede la residenza ufficiale del  Re Gustavo XVI e della Regina Silvia . Ci sono moltissimi musei e palazzi storici , in uno dei paesi più civili del pianeta . La Svezia è una nazione Top non solo in Europa .Buona giornata e Buon Viaggio

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

A different point of view about Tromsø

Questa è la vista che di gode attraversando il Bruvegen Bridge , il ponte che collega le due parti di Tromsø sul mare di Norvegia . Tromsø , è una cittadina moderna , piccola , ma molto bella , costruita sul mare con tutto quello che serve ad una città del futuro : opportunità . Buona giornata e Buon Viaggio

DSC_0352

5800 km , ma di Alci….

Chi mi ha seguito , ricorderà che la prima foto che ho pubblicato sul blog durante il viaggio , è stato un cartelli di segnalazione di attraversamento Alci , per tutta la durata del viaggio e soprattutto in tutte e tre le nazioni , questo cartello ci ha accompagnato , oltre cinquemila e ottocento chilometri e delle alci neanche l’ombra . Mi aspettavo molto , pensavo di vederne non una , ma tante , invece è andata come quella volta al parco della Maurice , nella parte orientale del Canada , con uscita in canoa alle quattro del mattino , pagaiare con un freddo esagerato per ore , per non vedere nulla , si vede che con le alci non siamo fortunati , invece questo signore con questo enorme “corona” in testa lo abbiamo trovato sulla Icefield Parkway , una strada che regala meraviglie ad ogni chilometro , buona giornata e Buon Viaggio

DSC_0236