Music for Travelers ” 20 chart” An Uk Playlist


Che bello se qualcuno ti chiede di consigliare una playlist musicale per un viaggio nel Regno Unito , grazie di cuore Alessandro di la cucina chimica , proviamo a fare del nostro meglio , allora cosa metterei io in una Playlist per un viaggio , potrei darti quella che sto preparando per il nostro grande On the Road del prossimo settembre , ma Alessandro è giovane , quindi voglio impegnarmi seriamente , senza mettere cose troppo pesanti , ma mettendo musica , quella bella , quella tosta , quella che ci fa viaggiare anche se siamo fermi . Allora come prima canzone mi è venuta subito in mente Ventura Highway degli America , questa mentre si viaggia non può mancare , mai , era il 1972 io avevo 3 anni e tu forse eri in un’altra dimensione , poi la mia canzone del cuore ,quella che più di tutte mi caratterizza Doot Doot dei Freur , direttamente dagli anni ottanta , una ballata semplice e malinconica che sa il fatto suo , poi metterei la canzone che vorrei come Requiem fra molto tempo , quella London Calling dei Clash che sa proprio di postpunk e nel regno unito non stona mai , quindi proseguirei con un pezzo degli Zeppelin , quella Kashmir che profuma di luoghi lontani e preziosi , poi essendo io uno da Side B , qualcosa di elettronico come The Sun & the Rainfall dei Depeche Mode , si perchè anche l’elettronica può essere pazzesca , direi che siamo partiti alla grande . Poi non possono mancare anche Robert Smith & co , anche se il caro “Bob” mi è un po scaduto dopo le recenti affermazioni sulla storia dei Cure , dove rinnegava non poco il periodo molto dark degli inizi , ma un pezzo come A Forest , nelle belle Highlands Scozzesi non ci starebbe male , poi meglio mettere un pezzo anche più delle tue parti  anagraficamente parlando e allora ecco i Pearl Jam , Eddie Wedder è un grandissimo e i PJ sono uno dei pochi gruppi che seguo fuori dalla musica 60/70/80 e quindi ti regalo un pezzo da uno degli album più belli di sempre , Once , l’album è Ten , esordio a dir poco incredibile dei PJ , anche un pezzo dei Coldplay che mi ricorda i miei viaggi londinesi  Clocks è un bel pezzo , andando avanti metterei sicuramente un pezzo strepitoso degli Stones che non possono mai mancare e quindi Bitch , per dare ritmo al viaggio è decisivo , aggiungerei un pezzo almeno dei Doors , perché  Morrison lo abbiamo amato tutti e quindi direi che Break on through non è niente male direi . Non ho mai scritto così tanto tutto nello stesso articolo e siamo solo a metà , bene mi sembra che ci sia un po di tutto , allora andando avanti come a Discoring , una bella trasmissione che mi riporta indietro di una trentina di anni , direi quindi East an Easter live in the city of the lights , dei Simple Minds , semplicemente divina , mamma mia , me ne vengono così tante in mente che faccio confusione , direi che almeno un pezzo dei GNRoses ci vuole , quindi io voto per One in a Million , con la voce suadente di un Axl Rose  d’annata , poi non si possono lasciare fuori i Police e quindi anche se non amo particolarmente Sting , ma i Police mi piacciono da matti , direi che Message in a Bottle è un grandissimo pezzo , chiaramente non si può dimenticare un mostro sacro come il duca bianco , e qui potremmo fare una cartella mp3 a parte , ma ci limitiamo a un pezzo solo del grande Bowie e quindi direi Space Oddity , poi per non fare torto a nessuno e anche per variare un po il ritmo , direi che ci vuole Jammin’ del grande Bob Marley , anche solo per la nutrita comunità Giamaicana che vive a Londra e dintorni …..pazzesco , quanta splendida musica , poi metterei un pezzo dei Blink 182 , anche se ultimamente sono un po ai margini della musica Adam’s Song può dire la sua ovunque , quindi aggiungerei almeno un pezzo degli Oasis , giusto per fare un po di anni novanta e quindi sceglierei Did you know what I mean , poi un regalo al mio gruppo preferito i Cult di Billy Duffy e Ian Ashbury e sceglierei Indian semplicemente per tutte le donne del mondo , quindi una chicca dei Feeder un gruppo serio non troppo conosciuto , ma che fa grande musica e Grant Nocholas sa come si fa , Feeling a Moment non sfigurerà in mezzo a tutti questi mostri sacri , e per concludere questa splendida Playlist , sceglierei la più bella delle canzoni d’amore quella the Power of Love dei FGTH che sanno di gioventù almeno per me ….quindi grazie Alessandro che mi hai scatenato tutto questo , mi sono divertito , ci sono almeno altre diecimila , centomila milioni e miliardi di canzoni che ognuno di noi può mettere in una playlist , ad ognuno il suo ,….buona serata e Buon Viaggio

Annunci

3 risposte a "Music for Travelers ” 20 chart” An Uk Playlist"

  1. Che dire Massi!!! Un ringraziamento particolare a te, davvero! La tua playlist ora sarà colonna sonora del viaggio! Amo associare canzoni e parti di esse a momenti particolari dei viaggi! Diventano àncore sonore potentissime!
    Grazie mille! Un abbraccio!!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.