Sri Lanka e Vincenzo


Mi piacerebbe che lo faceste tutti , che mi inviaste un viaggio che avete appena fatto e che volete raccontare qui nello spazio del mio Blog , anzi vi invito a farlo , l’idea di Vincenzo che ci regala le sue impressioni e ci racconta un luogo splendido come Sri Lanka è il primo , spero di una lunga , lunghissima serie in questa nuova rubrica che chiameremo ???? datemi una mano a scegliere il nome …..e Buon Viaggio con Vincenzo
Nel ringraziare Massimiliano per lo spazio gentilmente concessomi, cercherò di essere sintetico ma esaustivo, come lui ci ha abituato con i suoi post che proprio per questo si fanno leggere sempre volentieri. Parlerò dello Sri Lanka, meta di un mio viaggio che si è concluso soltanto qualche giorno fa e che già ricordo con nostalgia (buon segno). L’isola di Ceylon (si chiamava così al tempo della dominazione inglese) è ancora meta poco frequentata dagli italiani (ci sono invece molti inglesi e francesi), anche a causa della guerra civile (tra i cingalesi e le famigerate Tigri Tamil) che si è conclusa soltanto nel 2009. Ora però le acque sembrano essersi calmate, sebbene le varie etnie presenti nel Paese lasciano ancora spazio a qualche tensione di troppo, come accaduto ai primi di marzo, con la chiusura dei social da parte del governo cingalese per dieci giorni a seguito di un banale incidente degenerato in uno scontro tra gruppi religiosi. Una brutta storia che ci ha quasi portato a riconsiderare l’idea di partire… per fortuna però non ci siamo fatti influenzare da una vicenda che era stata forse gonfiata più della sua reale portata.
Ed infatti abbiamo scoperto un Paese bellissimo, ove natura e siti storico-religiosi sono davvero magnifici e ben equilibrati. Lo Sri Lanka è un Paese a netta maggioranza buddista, con delle importanti minoranze musulmana e induista e una più ridotta minoranza cristiana. Questa varietà si può apprezzare un po’ ovunque nell’isola, con moschee e templi induisti che si alternano ai siti del buddismo theravada. Solo questi ultimi valgono davvero il viaggio fino a lì, in particolare le grotte di Dambulla, senza dubbio il pezzo forte del tour.
E poi c’è davvero tanta natura da ammirare, con alcuni parchi che ospitano una importante varietà faunistica. Nei parchi del centro del Paese abbiamo potuto vedere grandi gruppi di elefanti selvaggi che scorrazzavano liberi. Nel più grande parco nazionale, quello di Yala, nel sud del Paese, abbiamo invece mancato l’appuntamento con il leopardo, che è del resto molto difficile da vedere, ma in compenso abbiamo potuto ammirare molti altri animali durante un bellissimo safari mattiniero.
Insomma, per coloro ai quali piace l’oriente e la sua cultura, ma anche a chi piace la natura selvaggia, questa è una meta da tenere assolutamente in considerazione.
E come conclude Massi: buon viaggio!

DSC_0668 (1)DSC_1138 (2)

Annunci

10 risposte a "Sri Lanka e Vincenzo"

    1. già, ho dimenticato di parlare del the…
      vedi a essere troppo sintetici…
      comunque sì, da quelle parti si produce il miglior the del mondo… abbiamo visitato una piantagione e una delle fabbriche, dove ci hanno fatto vedere come si produce…
      e ovviamente ne abbiamo portato un po’ a casa…

      Piace a 2 people

  1. Grazie Massi per lo spazio concessomi… avendo un blog di cinema non potevo purtroppo soddisfare la mia voglia di raccontare in rete questo bel viaggio, ma tu mi sei venuto in soccorso… 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.